SOSTIENICI!

Con PayPal o carta di credito:

Con bollettino postale o bonifici:
C/C postale: 14644355
BANCA PROSSIMA - IBAN:
IT36 T 03359 01600 100000140081

Con il 5 per mille:
Codice Fiscale 92 098 640 284


Seguici su:
pagina facebook canale youtube

Iscriviti alla Newsletter per essere informato sulle nostre attivita'!

Cerca nel sito

WP_Cloudy
  •                                                  La lunga attesa degli abitanti di Nyahururu, la speranza di 650.000 abitanti sta diventando realtà, come ci riporta in questo messaggio Sr Mokua. LOspedale sta muovendo i primi passi.
    “Grazie al Vostro aiuto abbiamo aperto nel Settembre 2016 il reparto di radiologia e abbiamo offerto servizi radiologici e ultrasuoni a 554 pazienti.
    Nel marzo 2017 abbiamo aperto il reparto ricoveri con 24 letti: finora bbiamo curato 64 pazienti comprese donne in gravidanza…
    Desideriamo continuare a crescere e chiediamo umilmente che il Vostro aiuto continui perchè abbiamo bisogno urgente di attrezzature medicali, sopratutto di.…”
    Grazie per la vostra generosità
    Sr.Eunice Mokua
    N.O INCHARGE BENEDICT XVI HOSPITAL
    La lista delle richieste che quì non abbiamo riportato è ancora lunga.
    Solo grazie al tuo aiuto possiamo curare questi bambini che possono contare sul nostro Ospedale, sul tuo Ospedale, perchè senza il tuo aiuto non ci saremmo mai arrivati.

    Grazie per quello che potrai fare: Dona ora.

     

    Tags: ,

  • …“Sono appena ritornato da un lungo viaggio che mi ha portato a KUMI un villaggio in capo al mondo, l’ultimo che ha aderito alla Federazione delle Banche dei Cereali, e si è liberato dagli usurai del grano. È il 375° villaggio ad entrare nell’orizzonte della libertà. È una vittoria non solo contro gli usurai, ma anche contro quelli che ridicolizzano il volontariato nei paesi poveri: è la prova che senza la volontà e il cuore, tutti i progetti miliardari non producono che fumo.
    Un caldo grazie e un applauso a tutti voi. Sono veramente contento. Con i miei più calorosi auguri di Santa PASQUA.”
    p. Franco
    Acquisto di 900 sacchi di miglio, formazione di 317 comitati delle banche, animazione dei comitati di settore, acquisto di attrezzi agricoli, costruzione del magazzino di Gourbiti: il progetto “Banche dei cereali” continua a crescere.
    L’ intuizione di p. Martellozzo, unita al suo impegno, è ora una grande realtà.

    Tags: ,

  • Dalla Papua Nuova Guinea scrive suor Caterina
    “…La gente usa la droga perché non ha di che mangiare e non ha mai imparato come procurarsene: la droga molto diffusa anche tra i bambini ed è il principale ostacolo allo sviluppo sociale.
    Investire nello sviluppo agroalimentare è la strategia di intervento mediante un programma di scolarizzazione e di informazione alimentare dei giovani per apprendere le tecniche di coltivazione dell’attività orticola.
    Vi sono già confortanti risultati di recupero di tali ragazzi, grazie all’avvio di questo programma: ma molto è ancora da fare.
    La presenza di Pierantonio è stata fondamentale, perché la parte formativa va di pari passo con la necessità per noi di produrre il prima possibile in modo continuativo.
    La priorità è la scuola, con i tanti alunni, i giovani, gli adulti”.  

    Il “Progetto agroalimentare e di formazione professionale” di F.M. per la Papua Nuova Guinea da dove è appena rientrato Pierantonio Zambotto, nostro socio, si propone di dare un aiuto per dare ai giovani una capacità professionale.

    Tags: , ,

  • L’alta mortalità di bambini in Ciad per la malnutrizione è un problema diffuso. Dal 2012 l’Ospedale “Nostra Signora degli Angeli” a N’jamena retto dalla dott.ssa suor Emilenne, si prende cura dei bambini malnutriti: nel 2016 ne sono stati accolti e curati 2.371, e il numero è in costante crescita, perché la fama di questo Ospedale ha superato i confini di sua competenza. Nella prima foto il bambino malnutrito con stenosi al piloro, nella seconda, il bambino un mese dopo l’intervento.
    Non solo lotta alla mortalità delle mamme, ma anche impegno per l’assistenza neonatale, per la cura dei bambini, per la lotta alla malaria e a molte altre malattie.
    L’assistenza ai malati senza distinzione di razza, etnia o religione fa accorrere pazienti da oltre 150 km.
    In Ciad, la precarietà delle cure, le strutture tecniche insufficienti e la mancanza di risorse umane sono la causa di alta mortalità.
    L’impegno di suor Emilenne e di tutto lo staff richiede un grande sforzo di risorse umane, finanziarie e materiali.  E suor Emilenne chiede aiuto. Unisciti a noi per aiutarla: anche tu puoi salvare un bambino.
    Per conoscere di più, scarica il  Report 2016 sull’Ospedale .pdf

    Tags: , , ,

  • Il “Centro salute” di Nyahururu è stato riconosciuto ufficialmente dal governo come ”Ospedale”.  Proseguono i lavori di completamento della struttura sotto la direzione del geom. Padoan, progettista, mentre sono state spedite e altre sono in corso di spedizione le attrezzature elettromedicali per l’allestimento della sala operatoria. Un grande impegno affrontato grazie alla preziosa collaborazione del dott. Francesco Meduri, chirurgo, del sign. Fernando Schiavon tecnico degli strumenti di anestesia e monitoraggio, dall’ing. Sergio Mirandola, presidente, che ha seguito e coordinato il progetto in tutte le sue fasi, e di quanti hanno collaborato al progetto.
    Un grande sfida per un’organizzazione piccola come la nostra. Ce l’abbiamo fatta grazie a tutti. La sfida continua.

     

    Tags: , , ,

  • Come con semplici attrezzi e modesto investimento ottenere un risultato eccezionale: utilizzando il granito per fare solide costruzioni, in luogo degli attuali edifici in argilla che dimostrano tutta la loro fragilità.
    Un gruppo di volontari della Val Chiavenna –Sondrio guidati da Giordano Angel, dal 2006 curano la “formazione di scalpellini e muratori”, insegnando loro ed aiutandoli a costruire case solide e durature in luogo di quelle fatiscenti che non resistono alle piogge per più di 2-3 anni. Da allora, con questo sistema hanno costruito scuole, magazzini per cereali, pozzi e persino la cattedrale di Mongo.
    Anche Fraternità Missionaria partecipa a questo progetto, piccolo ma ugualmente importante, fornendo l’acciaio indispensabile.
    La formazione di quelle popolazioni, da quella agraria per aumentare la produzione fino a questa, è la strada vincente per farle uscire dallo stato di sottosviluppo.

     

    Tags: , ,

  • dsc_0011Che sia un grande impegno costruire e attrezzare un Ospedale lo sappiamo tutti. Che una tale impresa sia stata assunta da una piccola associazione come la nostra è quasi incredibile. Ma è stato possibile grazie all’aiuto concreto e alla partecipazione di quanti hanno creduto in questo progetto di così vaste proporzioni.

    Le attrezzature medicali, il cui elenco è sorprendentemente lungo, sono state acquistate grazie al contributo finanziario di privati ed enti privati e pubblici. Dal lascito del Sign. Novellati di Milano, alle donazioni di privati, del dott. Franco Meduri e del prof. Domenico Bottecchia, alle offerte raccolte in varie occasioni ed eventi, all’azienda Unox di Cadoneghe, alla Caritas Antoniana, alla Regione Veneto e all’importante contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

    Ma grazie anche all’opera dei volontari che si sono prestati con la loro disponibilità e professionalità: dal geom. Giacomo Padoan direttore lavori, all’ing. Sergio Mirandola, Presidente, responsabile del progetto per le attrezzature medicali, al dott. Franco Meduri, ai prof. Giannino Busato e Maurizio Mazzoleni del CUAMM, al tecnico sign. Ferdinando Schiavon, a Franco Pintonello, Giorgio Ferro e Vittorino Toson che hanno collaborato per la raccolta e l’imballo del materiale.

    Stanno per essere spediti due container con materiale importante che sarà messo in opera al suo arrivo dal dott. Meduri, dal sign. Schiavon e dal sign. Pampagnin. Alcune attrezzature saranno collegate on-line con il costruttore, ditta MED, per controllarne da remoto la funzionalità e dare nel corso degli anni agli operatori in loco indicazioni utili al funzionamento.

    Scarica il report-materiale-medicale.pdf del Presidente.

    Tags:

  • copertina Dove era un sogno realizzare buoni raccolti di cereali e ortaggi, ora si può ottenere una abbondante produzione aumentandola fino a 3-4 volte con fertilizzanti prodotti in loco.  Occorre istruire e abituare quelle popolazioni a coltivare la terra in modo diverso da quello tradizionale.   Un sussidio realizzato da Dario Bedin edito da Fraternità Missionaria, con l’arricchimento di grafici e tabelle tratte da una pubblicazione di Veneto Agricoltura, è di aiuto a quanti operano in quei Paesi.

    “Preparazione del compost-alimentazione bovina- Organizzazione della stalla” è disponibile in italiano – francese – portoghese.        Se vuoi scaricare la pubblicazione clicca quì

    Come e perché produrre il compost: nel video la risposta.

    Tags:

« Previous Entries   

Recent Comments

  • Questi risultati sono davvero la vittoria del cuore. La Pasq...
  • la generosità ha il nome di ciascuno di voi ! GRAZIE Bruna...
  • SIETE PERSONE MERAVIGLIOSE
  • Carissimi, mi unisco a voi nel ricordo del Martire Padre Ram...
  • che bello!!! qualcuno combatte per la libertà e i paesi or...