SOSTIENICI!

Con PayPal o carta di credito:

Con bollettino postale o bonifici:
C/C postale: 14644355
INTESA SAN PAOLO - IBAN:
IT89 P030 6909 6061 0000 0140081

Con il 5 per mille:
Codice Fiscale 92 098 640 284


facebook youtube LinkedIn  twitter Instagram

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per essere informato sulle nostre attivita'!

Cerca nel sito

WP_Cloudy
  • Un abbraccio da tutti noi ai missionari, sacerdoti, religiose, laici e volontari, che operano nel Sud del Mondo, dall’Africa al Sudamerica fino all’Estremo Oriente, in villaggi sperduti, periferie dimenticate o aree metropolitane degradate.
    Aiutano i più bisognosi in condizioni estremamente difficili e pericolose, in ambienti spesso ostili, per promuovere lo sviluppo sociale, dare aiuto e sostegno ai più vulnerabili, combattere per la difesa dei diritti umani, in particolare delle donne.

    Educazione, formazione professionale, formazione agraria, assistenza sanitaria, dialogo interreligioso: un impegno a tutto campo che deve superare l’ignoranza, la diffidenza, la miseria assoluta, per aiutare quelle popolazioni a uscire dalla fase di sottosviluppo e a credere nel loro futuro valorizzando le proprie risorse.
    Un grande obiettivo perseguito in umiltà e in silenzio, senza cercare i riflettori dei media e la visibilità che troppo spesso viene ostentata da chi spende solo parole.
    In quelle terre, in quelle “parrocchie di frontiera”, la missione diventa eroismo.
    A loro il nostro abbraccio, il nostro grazie.
    Buon Natale !

    Tags: ,

  • di Sergio Mirandola, Presidente
    Giunti al 25.mo anno di attività della nostra Associazione, permettetemi di fare una breve cronistoria.
    Il 29/02/1996 si insedia la prima assemblea dei soci. Dario Bedin viene nominato presidente.
    Il primo intervento avviene in Thailandia a favore di padre Renzo Rossignolo: per la costruzione del lebbrosario vengono stanziate 3.500.000 lire. Subito dopo si effettua un finanziamento di lire 7.500.000 per la costruzione della scuola di Gazira in Ciad. Per raccogliere fondi vengono organizzate “cena povera” e “Marcia con noi”. L’associazione passa dai 35 soci iniziali a 85 soci.
    Molta strada è stata percorsa nei successivi 25 anni, basti pensare che i soci sono attualmente circa 350 e sono stati inviati nei vari paesi più bisognosi oltre 2.500.000 euro, cifra che fa impallidire i milioni di lire inviati all’inizio.
    Come ho già detto è un traguardo di cui essere orgogliosi, che abbiamo raggiunto quasi senza accorgercene, coinvolti pienamente a definire gli interventi, a cercare finanziamenti per i nostri progetti, a creare una rete di soci e sostenitori.
    Il venticinquennale ci dà l’opportunità di ringraziare tutte quelle persone che si sono adoperate dando la propria disponibilità e sostenendoci anche materialmente ed economicamente.
    Quando un missionario ci comunica che grazie ai nostri aiuti ha potuto ospitare, sfamare, curare o istruire anche una sola persona, dà significato al nostro agire e ci incoraggia a proseguire.
    Purtroppo il Covid-19 continua a rallentare iniziative e attività. Avremmo voluto ricordare in ben altro modo i 25 anni. Speriamo che il 2022 possa essere finalmente l’anno della liberazione dal covid: potremo quindi festeggiare in modo adeguato la ricorrenza.
    Nonostante tutto, comunque sono stati erogati contributi, studiati nuovi percorsi per produrre ricchezza che dovrà poi essere distribuita per lo sviluppo di quei progetti che necessitano di ulteriore elaborazione per rispondere a sempre nuove necessità.
    Mi piace affermare che l’associazione è una fabbrica creativa, innovativa nel volere lo sviluppo dei più poveri, che cerca di produrre opportunità di crescita sociale ed economica.
    Con l’aiuto della Caritas Antoniana si sono aggiunti agli 800 aratri a trazione animale a favore della lotta per l’autonomia alimentare del Ciad altri 800 aratri di vario tipo. Si continuano a fornire attrezzature per l’ospedale Benedict XVI in Kenya.
    E altro ancora.
    Dove c’è creatività, c’è innovazione e dove c’è innovazione c’è crescita.

    Auguri di Buon Natale a tutti,
    Sergio Mirandola, Presidente.

    Tags: ,

  • Riportiamo parte del messaggio della Pontificia Università Gregoriana.
    “Mercoledì 13 ottobre P. Jacquineau Azétsop S.J., Decano e Professore della Facoltà di Scienze Sociali è tornato alla casa del Padre….
    «Tutti siamo stati testimoni della generosità con cui P. Azétsop ha guidato la Facoltà di Scienze Sociali, senza misurare energie e tempo in questa missione che ha vissuto con profondo impegno e un grande senso di responsabilità», scrive il Rettore,… la nostra gratitudine per il suo servizio creativo alla Chiesa e per il suo insegnamento nella nostra Università e nelle diverse istituzioni nel mondo».
    P. Azétsop era nato a Douala (Cameroon) il 2 marzo 1972. …aveva tenuto corsi di politica sanitaria, epidemiologia sociale e bioetica; sul legame tra politica, etica e sanità pubblica, deontologia medica, giustizia sociale, globalizzazione e diritti umani.”
    ————————————–
    Abbiamo avuto la fortuna di ascoltare i suoi illuminati e profondi interventi ai Meeting annuali con p. Franco Martellozzo, di cui era molto amico.
    Grande conoscitore dei problemi del mondo da cui proveniva, è stato la prova vivente della volontà di riscatto di molti giovani africani per cercare un futuro migliore.
    Il suo curriculum, che appare nel sito dell’Università, può stupire e fare invidia a molti di noi che si credono arrivati, là dove altri con modestia partono. Un grande insegnamento.
    Su sua richiesta, nel 2020 Fraternità Missionaria ha contribuito al finanziamento di un pozzo nella sua regione.

     

    Tags: , , ,

  •  

     

     

     

    Donare il sorriso con un sorriso.  Fraternità Missionaria presente alla ”Festa delle associazioni” di Cadoneghe per far conoscere l’impegno e i progetti messi in atto per aiutare i bambini più sfortunati ad avere un futuro.
    Donare è una festa. Il donare dà gioia a chi riceve ma anche a chi dà: far nascere il sorriso ai bambini è il miglior ringraziamento per cui val la pena di impegnarsi.
    Dona anche tu: ogni goccia di bene porta frutto.

    Tags: ,

  • Su “Avvenire”del 6 ottobre “focus” sui progetti realizzati da p. Franco Martellozzo: dalla sanità, all’acqua potabile, alle scuole, all’ambiente, alla formazione agricola, alla formazione sociopolitica.  Un’intervista a tutto campo.
    ———————
    Pbblichiamo uno stralcio.

    “Quando si genera vita buona per gli altri e ci si prodiga per il felice compimento della loro esistenza il mondo cambia e diventa una casa più giusta in cui è bello per tutti abitare. Ne è felice esempio quanto accade in Ciad.
    Quì, nella città di Mongo e nella vasta regione circostante, tra il Sahel e il Sahara, migliaia di persone hanno cominciato a vivere dignitosamente e a guardare al futuro con serenità,..
    Qui vive padre Franco Martellozzo, che ha offerto e continua a offrire questa dedizione con generosità. Gesuita, 83 anni, di cui 58 trascorsi nel Paese africano,….
    La maggior parte della popolazione professa la fede islamica; i Cristiani (cattolici e protestanti) sono circa il 3%.
    ………«Il principio che ha sempre guidato la mia opera e nel quale credo convintamente è prendere in mano e cercare di risolvere tutti i problemi che affliggono una popolazione…», osserva padre Franco.
    …..E pensando ai problemi dell’Africa, aggiunge: «Sono convinto che, rafforzando il proprio impegno, la Chiesa di questo continente, che è l’istituzione più radicata e stabile fra quelle presenti, possa autorevolmente guidare l’attuazione di un modello di sviluppo sostenibile e integrale, capace di prendersi davvero cura di ogni essere umano». “
    ——————–
    P. Franco, appena ritornato in Ciad dopo un breve soggiorno in Italia ci scrive  ” Ho ripreso gagliardamente le attività e vi terrò al corrente…. vi ringrazio tutti di cuore per la vostra amicizia calorosa che mi aiuta ad affrontare con coraggio le nuove avventure.
    Con affetto e riconoscenza.”
    Scarica l’intero  articolo Avvenire 6 ottobre    
    Sostieni anche tu i progetti di p. Franco con il tuo dono.  

    Tags: , , , ,

  • Convinta e numerosa partecipazione dei soci all’Assemblea ordinaria per l’approvazione del bilancio. Non una fredda esposizione di numeri anche se supportati da grafici, ma una condivisione da parte dei presenti dell’attività svolta, dei progetti realizzati, illustrati dal Presidente ing. Sergio Mirandola.
    Un impegno che ci vede tutti uniti e compatti, in un anno difficile il 2020, ma che non ha rallentato la nostra attività per aiutare chi è più in difficoltà.
    Grazie ai volontari, ai soci, a quanti sostengono i nostri progetti.

    Tags: ,

  • “Il Gazzettino” ricorda i 25 anni di Fraternità Missionaria.
    Una piccola associazione che ci ha visto impegnati su più fronti, dall’Africa, all’Estremo Oriente, al Sudamerica, in progetti di sostegno ai missionari per aiutare quelle popolazioni a raggiungere l’autosufficienza e l’autonomia.
    Sanità, acqua potabile, scuole, formazione: sono i nostri campi di intervento in quei territori.
    Una “mission” che tutti i nostri soci condividono fin dai primi tempi in cui Dario, il fondatore, ha sensibilizzato un’intera comunità a queste problematiche. Un impegno che continua.

    Tags: ,

  • IL TUO 5 X 1000 PER LORO

    In questo momento difficile anche per te, il sorriso dei bambini che aiuti è il miglior augurio di Buona Pasqua.
    Ricordati nella dichiarazione dei redditi: a te non costa nulla, per loro è la vita.

    Codice Fiscale   920 986 40284

     

    Tags:

« Previous Entries   

Recent Comments

  • Salve sono padre Benoît della Costa d'avoria . Con tristezz...
  • Delle belle foto che mostrano la bellezza dei cuori che si i...
  • E' DA MOLTI ANNI CHE SONO AMICO DI DARIO ED ESATTAMENTE DALL...
  • La presenza di fraternitá Missionaria é arrivata anche nel...
  • Questi risultati sono davvero la vittoria del cuore. La Pasq...