SOSTIENICI!

Con PayPal o carta di credito:

Con bollettino postale o bonifici:
C/C postale: 14644355
INTESA SAN PAOLO - IBAN:
IT89 P030 6909 6061 0000 0140081

Con il 5 per mille:
Codice Fiscale 92 098 640 284


facebook youtube LinkedIn  twitter Instagram

Iscriviti alla Newsletter per essere informato sulle nostre attivita'!

Cerca nel sito

WP_Cloudy
  • bambini“I bambini non mancano mai nelle missioni, chiassosi e allegri, ma ci sono anche quelli che sono stati abbandonati, sono orfani e vivono nelle piazze, nelle strade, senza fissa dimora. Proprio come i cagnolini randagi.
    Ho iniziato per questo un progetto, che ho dovuto accantonare per la guerra e le difficoltà economiche. Ora la casa attende di essere ripresa in mano. Ci sarà un solo amico disposto a condividere con me tale sogno?”    Queste le parole di padre Mariano Rampazzo, padovano, missionario da 50 anni in Angola a Makela do Zombo.
    Grazie anche all’importante contributo della “Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo” a cui va il “Grazie” nostro e di p. Rampazzo, questo sogno è finalmente in corso di realizzazione: costruire un Centro per i bambini poveri e abbandonati e far loro ritornare il sorriso e la gioia di vivere.

    p. Rampazzo

    p. Rampazzo

    fondamenta

    Tags: , ,

  • Makela do Zombo – Angola    20 Settembre 2010
    ………Io sto bene anche se con i miei acciacchi devo andare più piano.
    Già non posso raggiungere a piedi tutte le mie comunità, anche perché i fiumi senza ponti non permettono alla macchina di passare. 
    Qualcosa si realizza anche qui, impegnando la gioventù nella ricostruzione, per rifare quello che la guerra ha distrutto: ogni tanto una Scuola, qualche Centro Pastorale…dove si cerca di formare l’uomo con la parola di Dio, qualche Cooperativa dove si creano le basi per una vita vissuta in comunità.

    Proprio ieri abbiamo inaugurato una Scuola capace di duecento posti. Chi l’ha costruita sono stati giovani  muratori usciti dalla nostra scuola l’anno scorso. 

    Ora siamo cinque missionari…quasi tutti angolani. Io sono il resto di una cultura che viene da oltre oceano…ma che serve per consolidare lo spirito di etnie e culture diverse.
     

    Vi auguro grande successo nell’impegno solidale.

    Padre Mariano Rampazzo

    Tags: , ,

  • Makela do Zombo, 10 Marzo 2010

     

    Carissimi,    

    Vi ringrazio per avere ricordato nella vostra newsletter il tragico episodio degli sfollati.

    Continuano ad entrare circa 30 famiglie e più al giorno. Lo stato li riceve con molta diffidenza e li trattiene per una settimana sottoponendoli alle più severe indagini.  Collocati tutti in ripostigli di occasione, privi di tutto, anche dell’indispensabile.

    Noi ci diamo da fare e lanciamo il nostro SOS al Vescovo che in collaborazione  con tutte le Diocesi ci invia ancora qualche camion di generi alimentari, frutto della solidarietà delle Chiese locali.

    La passione del Signore si fa sentire viva e attuale, per questo chiediamo anche la vostra preghiera.

    Io sto bene e ancora ce la faccio con la mia immensa parrocchia…con i miei tanti bambini, con i miei numerosi sfollati.

    Il Signore sia benedetto.

    Vostro Mariano

    Tags: , , ,

  • Maquela do Zombo – 12 febbraio 2010

    Caro Dario,

    ho visto il vostro progetto, nuovo e bello, e la vostra strategia per sostenere le opere di bene.

    ….Quì siamo stati protagonisti nel sostenere l’entrata di 22.000 sfollati dal Congo. … .all’improvviso si sono spalancate le frontiere e una colonna di gente a piedi si è riversata fino a Maquela. Presi dalla polizia all’improvviso sono stati spinti alla frontiera e cacciati. Hanno dovuto lasciare tutto, casa, beni, mezzi.

    In primo tempo il governo ha messo la gente in 5 campi. Ma per la impossibilità di sostenere tanta gente, a un certo momento il governo ha detto: “ andate nei vostri villaggi e arrangiatevi”.  Da un dramma se ne crea un altro.

    Sono rimasti 10.100 sfollati a Maquela, a bussare ogni giorno alle porte della Missione.  Avevamo dei campi di mandioko e di arachidi, e li abbiamo offerti. I Vescovi dell’Angola sono ricorsi alla solidarietà di tutti i parrocchiani di tutte le (povere) parrocchie … e tutti i cristiani hanno offerto circa 70 tonnellate di generi alimentari, e vestiario.   E’ stato un successo spirituale e umanitario.

    Ma devi pensare che 10.100 sfollati continuano a mangiare e a vivere tutti i giorni.  Abbiamo messo tutti i ragazzi a scuola gratuitamente, ma per molti il dramma continua.  Abbiamo sepolto cinque vecchiette morte per disagio e fame.

    La situazione a volte fa piangere e non lascia dormire la notte.

    Un abbraccio a te e a tutti i collaboratori.

    p. Mariano Rampazzo


    Tags: , , ,

   

Recent Comments

  • Salve sono padre Benoît della Costa d'avoria . Con tristezz...
  • Delle belle foto che mostrano la bellezza dei cuori che si i...
  • E' DA MOLTI ANNI CHE SONO AMICO DI DARIO ED ESATTAMENTE DALL...
  • La presenza di fraternitá Missionaria é arrivata anche nel...
  • Questi risultati sono davvero la vittoria del cuore. La Pasq...