SOSTIENICI!

Con PayPal o carta di credito:

Con bollettino postale o bonifici:
C/C postale: 14644355
INTESA SAN PAOLO - IBAN:
IT89 P030 6909 6061 0000 0140081

Con il 5 per mille:
Codice Fiscale 92 098 640 284


facebook youtube LinkedIn  twitter Instagram

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per essere informato sulle nostre attivita'!

Cerca nel sito

WP_Cloudy
  • 1 novembre 2010        Barrio Cuba – San Josè – COSTA RICA

    Ormai da 12 giorni mi ritrovo nella mia parrocchia di Barrio Cuba, una barracopoli della capitale S.Josè. La gente mi ha fatto un’accoglienza calorosissima, e questo mi ha dato grande gioia e ha rinnovato la mia volontà di dedicarmi loro con tutte le mie energie, anche se mi restano i miei dolori.
    Ho detto loro il mio desiderio di camminare con loro e han capito che quando non potrò rispondere a qualche loro attesa, specialmente di sera, sarà perché i miei problemi di salute non me lo permetteranno.

     

    La parrocchia conta circa 30.000 abitanti, con una popolazione eterogenea composta principalmente da immigranti dalle zone rurali e una sempre più grande immigrazione di Nicaraguensi.
    Soprattutto nei “precarios” (= agglomerati più o meno grandi di baracche), la gente vive in condizioni sub-umane: in un ambiente di paura, di violenza, di insicurezza, di una condotta aggressiva contro i bambini e le donne.
    Come conseguenza di tutto questo si assiste a un processo di disintegrazione familiare, divorzi, separazioni coniugali, infedeltà e irresponsabilità paterna.
    Abbondano le ragazze madri adolescenti e le donne capo famiglia.
    Per sopravvivere, molti si lanciano nella delinquenza, nel furto,nell’alcool, nel traffico e vendita di droga, nella vendita di articoli rubati.
    Altri si danno alla prostituzione, nelle strade, in certe case o in luoghi pubblici…

     

    Perché allora i saloni parrocchiali?
    Per offrire alla nostra gente uno spazio tranquillo dove poter incontrarsi, ascoltarsi, e avere anche una formazione sociale.
    Nei pomeriggi, i saloni potranno servire anche a dare sostegno scolastico ai bimbi che nelle loro baracche non riuscirebbero a combinare niente.

    … domani, commemorazione di tutti i fedeli defunti, ricorderò particolarmente al Signore nella S. Messa tutti i defunti delle vostre famiglie.
    Continuate anche voi a ricordarmi nella vostra preghiera, perché il Signore mi dia, se è sua volontà, la salute sufficiente per lavorare per il suo Regno qui… il più a lungo possibile.


    Posted by mose @ 19:13

    Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.