SOSTIENICI!

Con PayPal o carta di credito:

Con bollettino postale o bonifici:
C/C postale: 14644355
INTESA SAN PAOLO - IBAN:
IT89 P030 6909 6061 0000 0140081

Con il 5 per mille:
Codice Fiscale 92 098 640 284


facebook youtube LinkedIn  twitter Instagram

Cerca nel sito

WP_Cloudy
  •  Belém do parà  –  2 Aprile 2012      
     42, 45, 51 … Sono i numeri di studenti che troviamo nelle classi delle scuole statali. Professori che arrivano alla disperazione, qualcuno è ricoverato con crisi psicologiche forti.
     200 sono le ore di insegnamento al mese di un professore che lavora in due turni, per portare a casa uno stipendio sufficiente per sopravvivere.
    …il risultato è un’ educazione “che non supera il semianalfabetismo”.
    Moltissimi genitori presi dalla disperazione pagano perché i figli frequentino istituti privati, al costo di  200 o più euro al mese, e i numeri di alunni per classe sono gli stessi:  45, 48, 52, 55.
    Un genitore mi diceva: “Se frequentasse una scuola pubblica sarebbero più i giorni che rimarrebbe in strada, che i giorni passati sui banchi di scuola”. Scioperi, mancanza di professori, mancanza di supplenti, etc.
    Molti professori per  arrivare a scuola sfidano scippi, furti, danni a mezzi di trasporto propri, o addirittura mettono in pericolo la propria vita. Comportamenti  da veri e propri eroi !
    Questo è un breve spaccato dell’educazione nella sesta potenza mondiale.
    Venite stranieri! Venite!  La terra per il nuovo colonialismo è a vostra disposizione. Il suolo dell’ignoranza, della sottomessa accettazione di qualsiasi situazione,  è un terreno fertile per i vostri piani di sfruttamento e per il governo di politici corrotti.
    Buona Pasqua, ossia: buona rinascita ogni volta che durante l’anno ci sentiamo caduti e sembra difficile rialzarsi. 
    Padre Andrea

    Posted by mose @ 10:03

    Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.