Cerca nel sito

WP_Cloudy

Iscriviti alla NEWSLETTER, per essere sempre informato su tutte le nostre attività.

Newsletter

Per completare l'iscrizione dovrai dare conferma alla mail che ti invieremo-se non la ricevi controlla nello SPAM

CONTRIBUISCI ANCHE TU!

CON DONAZIONI:
con la ricevuta puoi detrarre le donazioni dalla dichiarazione dei redditi.
  • C/C postale: 000014644355
  • Cassa di Risparmio del Veneto-filiale di Cadoneghe IBAN: IT 63 Y 06225 62410 07403532657L
CON IL 5 PER MILLE:

5 per mille

il tuo 5 per mille per le persone in difficoltà: vale molto, non costa nulla.
Indica nell’apposita casella dei modelli CUD, 730, UNICO:
Codice Fiscale 92 098 640 284

AZIENDE SOSTENITRICI

  • Il 20 Marzo, il Presidente di ETRA dott. Stefano Svegliado e il Presidente di Fraternità Missionaria  p.a.Dario Bedin con il vicepresidente dott. Gianleone Suzzi, hanno tenuto una conferenza stampa congiunta, alla presenza di una nutrita rappresentanza di stampa e televisioni locali.


    Estratto del comunicato stampa ETRA
    .Facendo propria la filosofia della Giornata mondiale dell’acqua 2009, ETRA ha deciso disostenere un progetto disolidarietà transfrontaliero, mettendo le proprie competenze tecniche a disposizione dell’Associazione Fraternità Missionaria per un progetto che coinvolge le popolazioni di molti Paesi in Via di Sviluppo. 

    “Grazie al supporto tecnico di ETRA – spiega Dario Bedin, presidente dell’AssociazioneFraternità Missionaria – abbiamo concepito e realizzato uno strumento molto semplice, che può però portare innumerevoli vantaggi nei Pesi più poveri dove l’acqua non potabile causa ancora l’80% delle malattie. 

    L’apparecchio, dai bassi costi e di grande facilità di utilizzo, sfrutta la reazione di elettrolisi impiegando il voltaggio di una batteria da auto o di un pannello solare per la produzione di ipoclorito di sodio partendoda una soluzione di acqua e sale.

    L’ipoclorito può essere utilizzato, nelle giuste dosi, per rendere potabile l’acqua e per la disinfezione di strumenti o ambienti dove l’acqua pulita e potabile è difficilmente reperibile.
     

    Finora abbiamo già fornito 74 impianti a villaggi, comunità e presidi sanitari in Angola, Brasile, Camerun, Guinea Bissau, Kenya, Repubblica Centro africana, Tanzania, curando anche un manuale di istruzioni e corsi di formazione.” 

    Il progetto ora verrà esteso alla popolazione del CIAD, un Paese dell’Africa sub Sahariana, dove esiste una grave situazione igienico-sanitaria, sia per lo stato di arretratezza e la povertà del Paese, sia per la cronica carenza di acqua e pozzi.

    Gli apparecchi saranno distribuiti a 26 scuole, identificate come un luogo sicuro e controllato che gioca un importante ruolo nella vita comunitaria. 

    “In questa giornata, che ci impone di guardare al di là dei nostri confini – commenta il Presidente di ETRA Stefano Svegliado – siamo contenti di aver dato il nostro aiuto a un progetto che porterà un miglioramento nella qualità della vita in un Paese dove l’acqua è, più che una risorsa, un problema.”

     

    20 marzo 2009 Ufficio stampa

    www.etraspa.it 

    Posted by mose @ 21:45

    Tags: , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>